VM86(2) Manuale del programmatore di Linux VM86(2)

vm86old, vm86 - per entrare nel virtual 8086 mode

#include <sys/vm86.h>

int vm86old(struct vm86_struct *info);

int vm86(unsigned long fn, struct vm86plus_struct *v86);

La chiamata di sistema vm86() è stata introdotta in Linux 0.97p2. In Linux 2.1.15 e 2.0.28 è stata rinominata in vm86old(), e una nuova vm86() è stata introdotta. La definizione di struct vm86_struct è stata cambiata in 1.1.8 and 1.1.9.

Queste chiamate permettono al processo di entrare nel VM86 mode (virtual-8086 nella letteratura Intel), e sono usate da dosemu.

La modalità VM86 è un'emulazione della modalità reale all'interno di un processo in modalità protetta.

In caso di successo restituisce zero. In caso di errore restituisce -1, e errno verrà impostato di conseguenza.

EFAULT
Questo valore restituito è specifico di i386 e indica un problema nell'ottenere dati dallo spazio utente.
ENOSYS
Questo valore restituito indica che la chiamata non è implementate nell'architettura attuale.
EPERM
Lo stack del kernel salvato esiste. (Questo è un controllo di integrità del kernel; lo stack salvato deve esistere solo all'interno del 'vm86 mode'.)

Questa chiamata è specifica di Linux sulle piattaforme Intel a 32 bit, e quindi non è portabile su altre piattaforme.

Questa pagina fa parte del rilascio 5.10 del progetto Linux man-pages. Una descrizione del progetto, le istruzioni per la segnalazione degli errori, e l'ultima versione di questa pagina si trovano su https://www.kernel.org/doc/man-pages/.

La traduzione italiana di questa pagina di manuale è stata creata da Goffredo Baroncelli <kreijack@usa.net>, Giulio Daprelà <giulio@pluto.it>, Elisabetta Galli <lab@kkk.it> e Marco Curreli <marcocurreli@tiscali.it>

Questa traduzione è documentazione libera; leggere la GNU General Public License Versione 3 o successiva per le condizioni di copyright. Non ci assumiamo alcuna responsabilità.

Per segnalare errori nella traduzione di questa pagina di manuale inviare un messaggio a pluto-ildp@lists.pluto.it.

20 febbraio 2009 Linux