SYNC(2) Manuale del programmatore di Linux SYNC(2)

sync, syncfs - svuota la cache del filesystem sul disco

#include <unistd.h>

void sync(void);

int syncfs(int fd);

Macro per test di funzionalità per glibc (vedere feature_test_macros(7)):

sync():

_XOPEN_SOURCE >= 500 || /* Sin da glibc 2.19: */ _DEFAULT_SOURCE || /* Glibc versioni <= 2.19: */ _BSD_SOURCE

syncfs():

_GNU_SOURCE

sync() provoca la scrittura nei filesystem sottostanti di tutte le modifiche in sospeso ai metadati del file system e ai dati dei file memorizzati nella cache.

syncfs() è come sync(), ma sincronizza solo il filesystem contenente il file a cui si riferisce il descrittore di file aperto fd.

syncfs() ritorna 0 in caso di successo; in caso di errore, ritorna -1 e imposta errno in modo che indichi l'errore.

sync() termina sempre con successo.

syncfs() può fallire per almeno il motivo seguente:

EBADF
fd non è un descrittore di file valido.
EIO
Si è verificato un errore durante la sincronizzazione. Quest'errore può riguardare i dati scritti su qualsiasi file sul filesystem, o su metadati relativi al filesystem stesso.
ENOSPC
Lo spazio su disco è stato esaurito nel corso della sincronizzazione.
ENOSPC, EDQUOT
I dati sono stati scritti in un file su NFS o su un altro filesystem che non alloca spazio al momento di una chiamata di sistema a write(2), e alcune scritture precedenti non sono andate a buon fine per mancanza di spazio di archiviazione.

syncfs() è apparso per la prima volta in Linux 2.6.39; il supporto alla libreria è stato aggiunto a glibc nella versione version 2.14.

sync(): POSIX.1-2001, POSIX.1-2008, SVr4, 4.3BSD.

syncfs() è specifico di Linux.

A partire da glibc 2.2.2 il prototipo Linux per sync() è come elencato sopra, seguendo i vari standard. In libc4, libc5, e glibc 2.2.1 e precedenti era "int sync(void)", e sync() restituiva sempre 0.

Secondo le specifiche degli standard (per esempio, POSIX.1-2001), sync() pianifica le scritture, ma potrebbe ritornare prima che la scrittura sia stata realmente effettuata. Comunque Linux attende il completamento degli I/O, e quindi sync() o syncfs() offrono la stessa garanzia di fsync() chiamato su ogni file rispettivamentedel sistema o del file system.

In mainline kernel versions prior to 5.8, syncfs() will fail only when passed a bad file descriptor (EBADF). Since Linux 5.8, syncfs() will also report an error if one or more inodes failed to be written back since the last syncfs() call.

Prima della versione 1.3.20 Linux non aspettava il completamento degli I/O, prima di ritornare.

sync(1), fdatasync(2), fsync(2)

Questa pagina fa parte del rilascio 5.10 del progetto Linux man-pages. Una descrizione del progetto, le istruzioni per la segnalazione degli errori, e l'ultima versione di questa pagina si trovano su https://www.kernel.org/doc/man-pages/.

La traduzione italiana di questa pagina di manuale è stata creata da Goffredo Baroncelli <kreijack@usa.net>, Giulio Daprelà <giulio@pluto.it>, Elisabetta Galli <lab@kkk.it> e Marco Curreli <marcocurreli@tiscali.it>

Questa traduzione è documentazione libera; leggere la GNU General Public License Versione 3 o successiva per le condizioni di copyright. Non ci assumiamo alcuna responsabilità.

Per segnalare errori nella traduzione di questa pagina di manuale inviare un messaggio a pluto-ildp@lists.pluto.it.

13 agosto 2020 Linux