_SYSCALL(2) Manuale del programmatore di Linux _SYSCALL(2)

_syscall - invoca una chiamata di sistema senza supporto di libreria (OBSOLETO)

#include <linux/unistd.h>
Una macro _syscall
la chiamata di sistema desiderata

La cosa importante da sapere sulle chiamate di sistema è il loro prototipo. Bisogna conoscere il numero di argomenti, il loro tipo, e il tipo di ritorno della funzione. Ci sono sette macro che rendono più facile la reale chiamata nel sistema. Hanno il formato:


_syscallX(tipo,nome,tipo1,arg1,tipo2,arg2,...)

dove

X è tra 0 e 6, che sono il numero di argomenti presi dalla chiamata di sistema
tipo è il tipo di ritorno della chiamata di sistema
nome è il nome della chiamata di sistema
tipoN è il tipo dell'N-esimo argomento
argN è il nome dell'N-esimo argomento

Queste macro creano una funzione chiamata nome con gli argomenti specificati. Una volta inclusa la _syscall() nel proprio file sorgente, si può chiamare la chiamata di sistema con nome.

/usr/include/linux/unistd.h

L'uso di queste macro è specifico di Linux, ed è deprecato.

A partire dal kernel 2.6.18 le macro di _syscall sono state rimosse dai file di intestazione messi a disposizione nello spazio utente. Si usi syscall(2) al loro posto. (Alcune architetture, in particolare la ia64, non ha mai messo a disposizione le macro _syscall; su queste architetture è sempre stato richiesto syscall(2)).

Le macro _syscall() non producono un prototipo. Occorrerà quindi crearne uno, specialmente per chi usa C++.

Le chiamate di sistema non devono per forza restituire solo codici di errore positivi o negativi. Occorrerà leggere il sorgente per essere sicuri di come ognuna di esse riporta gli errori. Solitamente, il valore di ritorno è il negato di un codice di errore standard, per esempio -EPERM. Le macro _syscall() restituiranno il risultato r della chiamata di sistema quando r è non-negativo, ma restituiranno -1 e imposteranno la variabile errno a r quando r è negativo. Per i codici di errore si veda errno(3).

Quando si definisce una chiamata di sistema, i tipi di argomento devono essere passati per valore o per puntatore (per gli aggregati come le strutture).

#include <stdio.h>
#include <stdlib.h>
#include <errno.h>
#include <linux/unistd.h>       /* per cose relative alle macro _syscallX */
#include <linux/kernel.h>       /* per sysinfo struct */
_syscall1(int, sysinfo, struct sysinfo *, info);
int
main(void)
{

struct sysinfo s_info;
int error;
error = sysinfo(&s_info);
printf("code error = %d\n", error);
printf("Uptime = %lds\nLoad: 1 min %lu / 5 min %lu / 15 min %lu\n"
"RAM: total %lu / free %lu / shared %lu\n"
"Memory in buffers = %lu\nSwap: total %lu / free %lu\n"
"Number of processes = %d\n",
s_info.uptime, s_info.loads[0],
s_info.loads[1], s_info.loads[2],
s_info.totalram, s_info.freeram,
s_info.sharedram, s_info.bufferram,
s_info.totalswap, s_info.freeswap,
s_info.procs);
exit(EXIT_SUCCESS); }

code error = 0
uptime = 502034s
Load: 1 min 13376 / 5 min 5504 / 15 min 1152
RAM: total 15343616 / free 827392 / shared 8237056
Memory in buffers = 5066752
Swap: total 27881472 / free 24698880
Number of processes = 40

intro(2), syscall(2), errno(3)

Questa pagina fa parte del rilascio 5.13 del progetto Linux man-pages. Una descrizione del progetto, le istruzioni per la segnalazione degli errori, e l'ultima versione di questa pagina si trovano su https://www.kernel.org/doc/man-pages/.

La traduzione italiana di questa pagina di manuale è stata creata da Elisabetta Galli <lab@kkk.it> e Marco Curreli <marcocurreli@tiscali.it>

Questa traduzione è documentazione libera; leggere la GNU General Public License Versione 3 o successiva per le condizioni di copyright. Non ci assumiamo alcuna responsabilità.

Per segnalare errori nella traduzione di questa pagina di manuale inviare un messaggio a pluto-ildp@lists.pluto.it.

22 marzo 2021 Linux